L'ERASMUS TI CAMBIA LA VITA!

 

 

A cura di Davide Rivituso

Naturalmente non tutte le persone sono uguali, ognuno vive la propria esperienza a suo modo.

 

distinguiamo diverse categorie di "reduci":

Sicuramente la categoria più grande dei reduci dall'Erasmus sono gli "Entusiasti", quelli che tornano nella propria città con un luccichio negli occhi quando parlano della propria esperienza, che a volte addirittura cadono in depressione.

Tra gli entusiasti dobbiamo distinguere due categorie di persone, quelli che tornano "normali", che hanno vissuto un'ottima esperienza di vita e ne parlano con immenso piacere, che sono cresciuti, che si sentono più indipendenti, hanno conosciuto splendide persone, fatto un'esperienza irripetibile, vissuto in una città bellissima, ma in ogni caso l'hanno vissuta come una bella esperienza di vita e torneranno alla loro vita di sempre fatta di sacrifici e routine quotidiana.

Una categoria per così dire pericolosa (e ne conosco un paio) sono i cosiddetti "fanatici" dell'Erasmus! gente che prima faceva una vita più o meno normale, torna nella sua città convinto di essere ancora in erasmus, si sveglia alle 4 di pomeriggio, salta tutte le lezioni all'università, parlando con la gente dice "voi non potete capire quello che ho fatto io", l'erasmus diventa il loro vangelo, qualcosa da diffondere tra i "non credenti", parlano dei loro "fratelli" di erasmus (gente vista 2-3 volte a qualche festa dove hai parlato con circa 200 persone) come dei loro miglior amici, cominciano ad odiare la propria città perchè "non ci sono feste fino alle 7 di mattina", "qui la gente fa schifo e non c'è niente da fare", "non vedo l'ora di laurearmi per tornarmene nella mia vera città". A volte questa crisi depressiva post-erasmus dura mesi, a volte addirittura anni!

Ti senti annoiato da tutto, dal tuo vecchio gruppo di amici che non parla una parola di inglese, dalla tua famiglia che "rompe le palle", dai negozi che chiudono alle 20 (e se voglio comprare alcol prima di uscire dove devo andare?), dalle ragazze italiane che se la tirano troppo, dalle discoteche in cui c'è l'ingresso a coppie e selezionato, dalla mentalità arretrata dei genitori.

Tali soggetti non si riprenderanno mai più dall'Erasmus. Faranno domanda per il Leonardo, l'erasmus placement e cercheranno negli anni successivi di ritornare varie volte nella loro terra.

 

Un consiglio: è vero che non viviamo nella città migliore del mondo però dobbiamo cercare di cominciare ad apprezzare gli aspetti positivi della nostra città ed evitare fortemente di entrare in crisi depressiva post-erasmus, è altamente nociva per te e per chi ti sta attorno!

 

Capita in altri casi di quelle (poche a dire il vero) persone che tornano totalmente "insoddisfatti" o "indifferenti" dalla loro esperienza:

distinguiamo i casi delle persone "chiuse",  poverine non sono riuscite ad aprirsi neanche in erasmus, dei "fidanzati" che dicono "non vedo l'ora di tornare per riabbracciare l'amore mio" (scusa ma chi ti ha costretto ad andare, potevi lasciare il tuo posto a qualcuno che avrebbe vissuto una bella esperienza, stronzo/a!), gli "sfigati per natura" che venivano picchiatti sistematicamente alle feste dagli armadi polacchi e cechi che si divertivano così con lo sfigato di turno, gli "astemi" che non capiscono come gli altri si possano divertire bevendo e fumando tutto il giorno.

 

Non tutti siamo uguali per fortuna ed è bello che il mondo sia pieno di gente diversa, ciò arricchisce ognuno di noi.

 

In ogni caso una cosa è sicura, l'Erasmus è un'esperienza che cambia profondamente ognuno di noi, che ci arricchisce culturalmente e ci fa maturare, a volte in positivo a volte in negativo.

L'erasmus è un pezzo di vita che ti rimarrà per sempre impresso, spesso come l'esperienza più bella della tua vita.

 

Quindi quando lo fai, non perdere tempo, vivilo al massimo perchè è un'esperienza che come i tuoi 20 anni non tornerà più!

SE TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO LEGGI QUEST'ALTRO ARTICOLO DIVERTENTE SULLA VITA ERASMUS:

 

"LA SINDROME DA ERASMUS"

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    ERASMUS AL SUD (domenica, 07 febbraio 2016 19:09)

    "Chi parte per l'Erasmus piange due volte, quando parte e quando ritorna"

  • #2

    Giulia (venerdì, 10 febbraio 2017 17:43)

    bellissimo e commovente articolo! Solo chi ci è passato può capirlo :(

PAGINA ITALIANA

ENGLISH PAGE:

Follow our guide-lines and you won't get lost in the beginning of your experience

Get a flat in the city-center at local prices

Info about parties,

activities and pictures

The craziest party of the year
The craziest party of the year
Teatro Massimo
Teatro Massimo

Beautiful pictures and info about the city

Info about the most known clubs of the city-center

Cannoli
Cannoli

Discover some tasty specialties from our region

Videos of the past years by other International students

Videos of some typical Sicilian song

EXTERNAL LINKS:

OUR FRIENDS: