lun

21

mar

2016

LA MORTE NON E' NIENTE

Vittime italiane di Barcellona: Valentina Gallo, Elena Maestrini, Francesca Bonello, Serena Saracino, Elisa Scarascia, Lucrezia Borghi, Elisa Valent
Vittime italiane di Barcellona: Valentina Gallo, Elena Maestrini, Francesca Bonello, Serena Saracino, Elisa Scarascia, Lucrezia Borghi, Elisa Valent

Poesia dedicata a Valentina Gallo, Elena Maestrini, Francesca Bonello, Serena Saracino, Elisa Scarascia, Lucrezia Borghi ed Elisa Valent, vittime italiane del tragico incidente di Barcellona che è costato la vita a 13 giovani studentesse erasmus

 

La morte non è niente.
Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu. 
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare;
parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, 
di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami!
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: 
pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
è la stessa di prima, c'è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.
Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace.

1 Commenti

dom

07

feb

2016

L'ERASMUS TI CAMBIA LA VITA!

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 1 Commenti

lun

18

gen

2016

QUATTRO MOTIVI PER CUI VIVERE ALL'ESTERO TI CAMBIA PER SEMPRE

 

 

A cura di Davide Rivituso

NON SEI PIU' LA STESSA PERSONA CHE ERI PRIMA

vivere all'estero: non sarai più la stessa persona che eri prima
vivere all'estero: non sarai più la stessa persona che eri prima

Muoversi all'estero porta a uno dei più importante cambiamenti della tua vita. Non cambi solamente il tuo lavoro e la tua casa, ma tutto ciò che ti circonda. Ti evolvi e vai avanti, vai incontro ad ostacoli difficili da superare, ma che una volta superati potrai esserne orgoglioso e fiero nei confronti di chi non crede in te stesso. Alcune cose che erano importanti per te, adesso non contano più, altre che lo erano meno, adesso sono fondamentali. Il valore dell'amicizia si evolve e diventa un concetto simile a quello della famiglia. L'essere al di fuori del tuo spazio naturale e dei tuoi schemi ti fa capire come le "cose" non ti danno la felicità, infatti cominci a ripensare alla tua idea di "successo". In questa avventura internazionale te stai imparando molto più delle semplici differenze culturali, geografiche e linguistiche.

leggi di più 0 Commenti

lun

08

giu

2015

ESPERIENZA ERASMUS+ A BUDAPEST - UNGHERIA


A cura di Davide Rivituso

Oggi parliamo dei progetti erasmus+, gli scambi europei destinati ai giovani (ma non solo) dell'unione europea.

Quando un gruppo di sconosciuti si ritrovano improvvisamente nello stesso ambiente e diventano dopo solo una settimana una grande famiglia! Chi ha avuto la fortuna di partecipare ai training courses o ai progetti Youth in action conosce questa sensazione!

All'inizio si ha sempre il timore di non riuscire a socializzare, di perdere il proprio tempo, di non capire il senso dell'esperienza, ma più passano i giorni e più ci si rende conto del significato e dell'obiettivo di questi progetti stessi.

Ho partecipato già a 4 training courses nella mia vita e ogni esperienza, seppur differente, è stata sempre unica e fantastica!

 

Dal 15 al 22 maggio siamo stati impegnati nel training course ''play without limits'' organizzato dalla NGO ungherese I'M THE BEST (www.iamthebest.hu)

Il tema principale del progetto era l'influenza e gli effetti dei giochi sulla personalità, al training hanno partecipato, oltre a ragazzi tra 20 e 30 anni, anche alcuni insegnanti, soprattutto di scuole materne, interessati al progetto, di cui almeno 5 over 40 e due persone diversamente abili. E' stato interessante prendere parte a un progetto con fasce di età così differenti e con gente proveniente da così tanti paesi diversi, infatti il progetto prevedeva la presenza di ben 36 membri e 12 paesi  (3 membri per nazione), italiani, portoghesi, polacchi, lituani, lettoni, sloveni, croati, ungheresi, bulgari, rumeni, ciprioti e greci - un grande mix di culture, tradizioni e abitudini.

La mia esperienza personale è stata fantastica, ho legato tantissimo con la maggior parte dei partecipanti e abbiamo partecipato e creato varie attività interessanti, siamo stati all'aria aperta la maggior parte del tempo e abbiamo fatto varie attività culturali e sportive, cosa graditissima!

Consiglio chiunque abbia un minimo di esperienza in contesti internazionali, conosca un pò di inglese e sia una persona socievole, di partecipare in futuro a uno scambio erasmus+, ci sono davvero tante opportunità, che potete seguire sia sul nostro blog che sulla pagina fan di ERASMUS PALERMO

 

Ecco alcune foto e il video finale della nostra esperienza a Budapest

leggi di più 0 Commenti

mer

11

mar

2015

PROGETTO IN BULGARIA 1-8 GIUGNO 2015


A cura di Eurosud

EUROSUD è partner di un progetto che si terrà dall'1 all'8 giugno 2015 a Kazanlak, in Bulgaria.

I partecipanti devono conoscere l'inglese, avere un'età che va dai 18 ai 30 anni, essere persone socievoli ed aperte a un'esperienze internazionale come quelle dei progetti per giovani dell'unione europea.

Non è richiesta una particolare esperienza, ma un interesse verso i temi del progetto.

Il progetto si terrà nella cosiddetta ''valle delle rose'' in Bulgaria e i partecipanti vivranno un'esperienza unica, sperimentando la raccolta delle rose e produzione del famoso olio esportato in tutti il mondo.

Oltre al paesino bulgaro sono previste escursioni nella capitale bulgara, Sofia e nella città di Plovdid.

In seguito trovate le info del progetto in inglese, per maggiori info contattare l'avvocato Adriano Difronzo tramite email: eurosudngo@gmail.com

OPEN CALL '' RPE2015 - Rose Picking Experience 2015 ''

EUROSUD in collaboration with SOF ITALY and SOF international network is organizing
the '' Rose Picking Experience 2015 '' in Bulgaria . RPE2015 is a Country Hopper project for
youngsters between 18 and 30 years old.
Target group: youngsters between 18 and 30 years old
Dates: from the 1st of june until the 8th june 2015
Location: Kazanlak (Bulgaria)
Participating countries: Belgium, Bulgaria and Italy

The participants of this project will experience how to produce rose oil from roses, have the
chance to go to the Valley of Roses in Bulgaria . The Valley of Roses is one of the biggest
rose oil producers in the world.
As a CountryHopper you learn from the local gypsies how to pick roses in the fields of the
wonderful Bulgarian nature. Don’t miss the sunrise, because early in the morning the aroma
of the roses is the strongest! You will also have the chance to visit a rose oil factory.
For four days you will pick roses to find out what the way of life is of the Bulgarians and
gypsies in the rose season.
Not only Kazanlak will be explored extensive, there is also time to visit the cities Sofia and Plovdiv. After our mornings on the field there are other excursions planned as well to the Shipkoff
house, SoF Business Architect Center, the local youth house and other mysterious
places in the neighborhood. You end your Country Hopper experience with a visit at the rose festival with a traditional rose parade and thousands of visitors from all over the world!

Apply with motivational letter , stating your reasons for applying for this
unique experience to eurosudngo@gmail.com
Object : “ RPE2015 - Rose Picking Experience 2015 '' Bulgaria 1st - 8th 06.15 “

➽ INFOPACK

0 Commenti

mer

11

mar

2015

IL TIPICO ERASMUS FRANCESE



A cura di Davide Rivituso

erasmus tipico francese
erasmus tipico francese

I francesi sono un popolo molto particolare!

Puoi incontrare gente simpaticissima, adorabile, amorevole, così come stronzi da far paura, antipatici e snob.

Dicono spesso che gli abitanti di Parigi e dintorni siano i peggiori in assoluto e probabilmente è la verità.

Per fortuna qui da noi arrivano quasi sempre persone di Tolosa, Lille e Lione, normalmente ragazzi e ragazze molto giovani, non più di 20 anni, che frequentano i corsi triennali.

Il tipico francese erasmus arriva nel nuovo paese conoscendo un pò la lingua, ma la pronuncia in modo incomprensibile!

L'accento francese è quello che riesco meno a comprendere in Europa quando parlano inglese, anche se devo ammettere che il livello medio del loro inglese è sempre più alto rispetto a quello dell'italiano e dello spagnolo medio.

Gli stereotipi francesi dicono che gli amici/nemici di oltralpe si sentono superiori a noi e guardano tutti con la ''puzza sotto il naso''. Noto sempre una certa diffidenza al principio al loro arrivo, soprattutto con coloro che non parlano la loro lingua e una forma di comunicazione più educata e formale rispetto a studenti di altri paesi, per esempio rispetto agli spagnoli che diventano subito amici al primo incontro e bevuta insieme!

Però questa diffidenza iniziale normalmente svanisce nel corso del semestre, molti studenti conosciuti in questi anni sono anche molto integrati e interessati alla cultura locale e alla vita internazionale, a contatto con la realtà locale il loro atteggiamento alla ''Carla Bruni" scompare del tutto! Ho conosciuto in questi anni persone simpaticissime che sono diventati amici e siamo ancora in contatto.

Quindi VIVE LA FRANCE nonostante tutto!!!


leggi di più 0 Commenti

mar

10

mar

2015

IL TIPICO ERASMUS TEDESCO



A cura di Davide Rivituso

tipica erasmus tedesca
tipica erasmus tedesca

E' proprio vero, i tedeschi hanno sempre una marcia in più!

Dominano in Europa, e anche all'interno del mondo studentesco hanno sempre questa famosa marcia in più!

Il tipico erasmus tedesco pianifica sempre tutto in tempo e arriva alla sua destinazione super-preparato.

Si fa un corso di lingua che dura un anno e arriva in Italia che conosce la grammatica molto meglio degli italiani stessi. Parlo per esperienza personale, perchè veramente una studentessa di linguistica mi ha spiegato alcune regole grammaticali che io sconoscevo essendo madrelingua.

Il tipico erasmus tedesco scrive alle organizzazioni 6 mesi prima di arrivare, cercando la sua casa online, accordandosi su tutti i minimi dettagli con la massima precisione possibile.

Io adoro i tedeschi! Nonostante la loro precisione e puntualità si adattano all'ambiente erasmus facilmente, adorano stare in mezzo alla gente e sono curiosi di scoprire la cultura locale, viaggiando in lungo e in largo, facendosi tanti amici locali, partecipando a tutte le attività erasmus ed essendo tra i più attivi del gruppo.

Grandi bevitori e festaioli, nonostante tutto riescono anche ad alzarsi presto per andare all'università e passare tutti gli esami in tempo....CHAPEaU!

VERITA' SUI TEDESCHI ERASMUS

leggi di più 1 Commenti

sab

14

feb

2015

TRAGEDIA DAVANTI AL GOA, MORTO GIOVANE DI 25 ANNI

Aldo Naro, Goa Palermo
Aldo Naro, Goa Palermo

Una morte assurda, una notte tragica, un senso di disgusto con il quale ci siamo svegliati tutti noi giovani che frequentiamo il mondo delle serate notturne palermitane.

Un giovane di 25 anni, Aldo Naro, originario di Caltanissetta, è stato ucciso a calci, pugni e colpi di bottiglie davanti la famosa discoteca di Palermo Goa, nel quartiere zen. I tentativi di rianimazione sono stati inutili e il ragazzo si è spento nella notte causa di un arresto cardiocircolatorio.

Le cause sono incerte e non è stato ancora individuato il colpevole.

L'incidente è avvenuto intorno alle 3.30 dopo la fine della serata.

Il locale sembra non avere responsabilità dirette, dato che l'incidente è avvenuto all'esterno della discoteca e a serata terminata.

1 Commenti

lun

19

mag

2014

NON USCIRE CON UN RAGAZZO CHE VIAGGIA

Lui è il tipo di ragazzo con i capelli schiariti al sole. La sua pelle è molto diversa da quella che aveva prima, non proprio baciata dal sole, ma bruciata e con le linee dell'abbronzatura. Ha ferite e pizzicate sparse per tutto il corpo, ma ad ognuna di esse corrisponde un'avventura che lui potrà raccontarti. 
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia...È difficile da accontentare. La classica "Cena + Cinema" sarà la tua prima e ultima serata con lui perché il suo animo scalpita per nuove esperienze ed avventure straordinarie. A lui non interessa sentirti parlare del tuo nuovo vestito e della tua nuova borsa, a onor del vero preferirebbe scalare una montagna o buttarsi da un aereo piuttosto che sentirti blaterarne a riguardo.
Non uscire con un ragazzo che viaggia; ti chiederà di comprare un biglietto aereo, anche se per un viaggio di una sola una notte, ogni qual volta una qualsiasi compagnia li mette in saldo. Non vorrà venire a ballare con te nella discoteca più COOL del momento, e nemmeno pagare una somma enorme per il concerto di Avicii, perché sa che con quella stessa cifra lui potrebbe partire per un altro weekend di eccitanti avventure in un qualsiasi posto del pianeta.
 
Il fatto è che non riesce a mantenere un lavoro fisso, e anche se ce l'avesse, passerebbe tutto il tempo a sognare di licenziarsi il prima possibile. Non vuole farsi il culo per il sogno di qualcun altro, perché lui ha il suo di sogno ed è molto impegnato a realizzarlo giorno per giorno. È un freelancer, fa soldi con "mestieri" che richiedano fantasia e creatività, e raccontargli della tua noiosa routine quotidiana lo farà sentire come se stesse solo sprecando tempo.
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia perché, quasi sicuramente avrà sprecato gettato al vento la sua laurea per fare un lavoro che ha nulla in comune con quello che ha studiato, come l'istruttore di Rafting, scalata su roccia e simili. Quando arriverà la prossima paga? Non è importante, lui è lo stesso felice perché sa di non aver lavorare tutto il giorno come una macchina per ottenerla. Lui gira in cerca della prossima sfida che la vita ha da offrirgli e ti spinge a seguirlo, a fare come lui.
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia perché ha scelto una vita di incertezze, non ha un obbiettivo, un piano per la sua vita e per quello che conta nemmeno un indirizzi permanente. Lui segue le vibrazioni, quello che gli dice il suo cuore. Non gli importa quello che gli altri pensano di lui perché  ha il suo ritmo e niente e nessuno può cambiarlo. Non possiede un orologio, ma è possibile che abbia un anello al dito, perché quando le onde lo chiamano, la sua vita si blocca e svanisce completamente per qualche istante, ma  quello stesso anello sarà per te la prova che ha comunque imparato che il Surf non è tutto nella vita.
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia perché dice sempre quello che pensa, non curandosi di fare una buona figura né con i tuoi amici né con i tuoi genitori, sarà sempre assolutamente rispettoso ma di certo non ha paura di aprire un dibattito su i problemi sociali ed ecologici, come il l'iniquità nei confronti di una certa popolazione o il riscaldamento globale, cose in realtà piuttosto comuni, sopratutto per lui.
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia...Non avrà mai bisogno di te!  Sa attaccare i bottoni, cucinare un buon stufato, pulire con una facilità e rapidità e di certo non ha bisogno che sia tu a lucidargli gli stivali, ma se provi ad aiutarlo nel fare il nodo alla cravatta dimostrerà la sua riconoscenza e affermerà che lo vizi e lo tratti troppo bene
 
Non uscire con un ragazzo che viaggia, è un tipo indipendente. A lui non interessa se partirai o meno con lui, ne si preoccuperà di farti sapere quando sarà arrivato a destinazione, perché la sua prima preoccupazione, appena arrivato in città, sarà quella di   assicurarsi di essere impegnato per la serata perché lui è il tipo di persona che  vive nel presente e parla agli sconosciuti. Di certo incontrerà un sacco di gente interessante e con una mentalità simile alla sua, e condividerà i propri sogni e le proprie passioni con gente da tutto il mondo, ma alla fine si stancherà anche di loro e partirà verso una nuova meta.
 
Quindi, non uscire con un ragazzo che viaggia, a meno che tu non riesca a tenere il suo passa e il suo stile di vita, ma se, incoscientemente ti innamori di uno di loro, allora non cercare di trattenerlo....Lascialo andare, perché amore significa anche questo.
leggi di più 1 Commenti

lun

03

feb

2014

PROGETTO CEIPES IN SLOVENIA DAL 1 MARZO, RICERCA DI UN PARTECIPANTE

Ceipes
Ceipes

 

A cura di CEIPES

osa

Il CEIPES ricerca 1 partecipante per il Progetto Leonardo da Vinci "cura la formazione per le persone con disabilità" con DESTINAZIONE Slovenia (Maribor) Dal 1 Marzo al 31 Maggio 2014.

Cerchiamo PERSONE in Possesso di attestato / diploma / laurea in Formazione Assistenza Anziani e disabili (OSA o Altro) Che non abbiano gia partecipato a progetti Leonardo da Vinci Misura PLM e il Che ABBIAMO UN Età di almeno 20 Anni.

Vieni tariffa Domanda:

Gli Interessati Che vogliono candidarsi devono mandare il CV Proprio in lingua Italiana Ed Inglese al seguente Indirizzo: giovanna.macaluso @ cedu.ceipes.org

Si Consiglia di Leggere attentamente il Bando Ufficiale (allegato 1) Nel Quale troverete ulteriori, Fondamentali Informazioni, prima di inoltrare la CANDIDATURA.

Per MAGGIORI INFORMAZIONI INVIARE Una mail a: Maria Giovanna Macaluso: giovanna.macaluso @ cedu.ceipes.org O Chiamare Al Numero 091/7848236 Dalle 9.30 alle 13:30 Dal Lunedi al Venerdi.

Termine ultimo per la Presentazione delle Domande: ore 16.00 del 10 Febbraio 2014

Allegati:

  1. Bando_LDV_2013
0 Commenti

sab

01

feb

2014

STRANIERI A PALERMO

Gli stanieri a Palermo sono in aumento rispetto ai dati degli ultimi anni. Dai dati ufficiali sull'immigrazione, considerando il totale dei residenti, la consistenza degli immigrati è piuttosto bassa, attestandosi sul 3,1%. I gruppi più rappresentativi provengono dal subcontinente indiano, con in testa Cingalesi e Bengalesi (da soli costituiscono il 36% degli stranieri residenti).

Dei 6.702 bambini nati a Palermo nel 2010, 327 (4,9%) avevano cittadinanza straniera.

Qusti dati cozzano abbastanza con la realtà del centro di Palermo dove quasi si vedono più immigrati che gente locale.

 

Dai dati del 2010 osserviamo che la maggioranza degli immigrati ufficiali vengono dal sud asiatico (Sri Lanka e Bangladesh). Ecco i dati dell'ultimo censimento:

 

Sri Lanka: 3.512

Bangladesh: 3.450

Romania: 2.237

Filippine: 1.280

Tunisia: 1.129

Mauritius: 1.122

Ghana: 1.077

Cina: 889

Marocco: 844

Serbia: 538

 

In forte crescita la presenza di cinesi, concentrati soprattutto nella zona della stazione centrale, in particolare sulla centralissima via Lincoln, dove si sta sviluppando una piccola Chinatown attorno a un piccolo centro commerciale sorto con accordo internazionale tra Cina e Italia.

 

Per maggiori info sulle statistiche e sul tema dell'immigrazione in Sicilia potete consultare il documento PDF del comune:

http://www.comune.palermo.it/js/server/uploads/statistica/_03052013095809.pdf

0 Commenti

mer

29

gen

2014

PROGETTI CEIPES, Mobilising YOUth: Social Entrepreneurship for Peace.

 

 

A cura di CEIPES

Vuoi l’opportunità unica di partecipare a un programma di formazione con altri ragazzi europei su imprenditorialità sociale ed educazione alla pace? Sei un imprenditore sociale creativo e interessato a tematiche come la pace sostenibile? Oppure sei un giovane con un’ idea innovativa per un progetto di sviluppo nella tua comunità?

Se la risposta è sì ad una di queste domande, allora scopri come candidarti a MobYOU 2014!

Mobilising YOUth è un progetto Gioventù in Azione che ha come obiettivo quello di fornire a giovani provenienti da diversi paesi, in Europa e Africa, l’opportunità di partecipare a un programma di formazione focalizzato su imprenditoria sociale e peace building.

Il CEIPES è alla ricerca di 4 partecipanti, 2 ragazze e 2 ragazzi,  interessati a prendere parte al training regionale europeo “Think Big Start Small”, che si terrà a Berlino dal 9 al 14 Marzo 2014.

Il training sarà occasione di apprendimento, condivisione e sviluppo di idee imprenditoriali per il sociale. Sarà possibile approfondire i temi dell’imprenditoria sociale e del peacebuilding, incoraggiando nei partecipanti lo sviluppo di progetti futuri e stimolando una loro riflessione critica sui bisogni delle proprie comunità di riferimento. Una parte del training sarà anche dedicata ad aspetti più tecnici come project e financial management. I metodi impiegati saranno principalmente quelli dell’educazione non formale e del peer learning.

Uno dei 4 partecipanti coinvolti nel training regionale europeo verrà poi selezionato per prendere parte anche all’International Summit, che avrà luogo ad Amsterdam nel mese di agosto.

Mob YOU è diviso in 4 attività principali:

  • Regional trainings: il training “Think Big Start Small” avrà luogo contestualmente a Berlino per i partecipanti europei e a Lagos per i partecipanti africani.
  • Piattaforma online per lo sviluppo del progetto (aprile – agosto 2014): i partecipanti potranno presentare gli sviluppi delle loro idee progettuali e condividerle con gli altri utenti.
  •  International Summit (agosto 2014): 24 aspiranti imprenditori sociali per la pace, provenienti da Europa e Africa, avranno modo di incontrarsi, consolidare le proprie proposte progettuali e mettere in pratica le conoscenze acquisite.

Local Network Events (settembre 2014): tutti i paesi coinvolti ospiteranno un evento finale per presentare i risultati del progetto e dare la possibilità ai partecipanti di presentare la loro impresa sociale o progetto alla comunità.

Criteri per partecipare

- Avere un’età compresa fra i 18 e i 35 anni

- Essere imprenditori nel sociale o avere un’idea da sviluppare nell’ambito dell’imprenditoria sociale

- Interesse per i temi trattati (imprenditoria sociale, peacebuilding e sviluppo della comunità)

- Buona conoscenza dell’inglese (lingua impiegata per lo svolgimento di tutte le attività)

- Disponibilità a partecipare attivamente a tutti gli eventi europei e locali in caso di selezione

La domanda di partecipazione va compilata online, entro lunedì 10 Febbraio, attraverso il seguente form: http://goo.gl/9QUx6q

 

Costi

  • Vitto e alloggio coperti al 100% per l’intera durata del training
  • Costo del biglietto aereo coperto al 70%

 

Contatti

Per ulteriori informazioni, contattare Irene La Pera all’indirizzo emailirene.lapera@ceipes.org o chiamare al numero  0917848236.

 

Call for participants:

http://www.unoy.org/unoy/wp-content/uploads/2014/01/MOBYOU_call-for-participants-.pdf

 

 

 FLAG NEW_YIA Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea.L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute. 
0 Commenti

lun

27

gen

2014

ERASMUS+: A breve il bando 2014

 

 

A cura di Davide Rivituso

bando erasmus 2014
bando erasmus 2014

Tra pochissimo sarà lanciato il nuovissimo programma ERASMUS+ che permetterà a oltre 4 milioni di giovani europei di effettuare un'esperienza formativa all'estero nei prossimi 7 anni.

L'anno scorso si era messo in discussione il progetto, si pensava che a causa della crisi economica mondiale non ci sarebbero più stati fondi a sufficienza, invece l'unione europea ha ribadito con forza l'importanza degli scambi erasmus e dei progetti formativi dei giovani. I fondi stanziati per ERASMUS+ sono addirittura del 43% superiori rispetto a quelli stanziati nei 7 anni che vanno dal 2007 al 2013.

Nell'ultimo anno, oltre 250 mila giovani europei hanno partecipato ai vari progetti erasmus, numero mai raggiunto prima.

Per partecipare al progetto, tenere d'occhio le varie pagine dell'università riguardanti l'ufficio relazioni internazionali. Il bando uscirà intorno a marzo, partecipare al concorso è semplice.

Comincia a preparare la valigia!

0 Commenti

sab

25

gen

2014

Destinazione 18: Varsavia (Polonia)

 

A cura di Emanuele

 

Varsavia, capitale della Polonia, è senza dubbio la città più importante dell’intero Paese. Con i suoi 1.720.398 abitanti per una superficie di 518 km quadrati, è il centro culturale e scientifico, nonché politico-economico della Polonia.

Si calcola che nella vivissima città della Polonia centro-orientale studino 200.000 studenti provenienti da tutto il mondo.

Perché partire per Varsavia?

Qui quando dicono di voler investire sui giovani, lo fanno sul serio. Il corpo docente dell’Università è davveromolto giovane e molto vicino agli studenti. Tra professori e ragazzi si instaura un rapporto veramente forte, che si evince da fatti come una semplice mail di auguri per le festività natalizie, o dalla piena disponibilità per sostenere gli esami, del tipo “quando si sente preparato, mi mandi una mail e facciamo l’esame in dipartimento”.

La carta studenti funge praticamente da carta prepagata: la ricarichi, ci fai l’abbonamento per i mezzi e spese varie. Inoltre esibendo la tessera universitaria è possibile usufruire di sconti in una varietà e quantità di esercizi commerciali davvero niente male.

I mezzi di trasporto funzionano benissimo e sono attivi tutto il giorno. La città è sorvegliatissima, con numerosi agenti della polizia a garantirne la sicurezza.

Il costo della vita è più basso rispetto a quello della nostra Napoli.

Quanto alla vita notturna è possibile uscire tutte le sere perchè c’è sempre qualche discoteca o locale aperto; alcuni bar sono aperti 24h così come anche i fast-food.

Altro aspetto positivo di Varsavia è la sua posizione centrale: con 10€ o poco più è possibile prendere un volo andata/ritorno per Stoccolma o qualunque altro Stato che affaccia sul baltico, garantendo allo studente Erasmus la possibilità di viaggiare e visitare un’alta varietà di località.

Perché non partire per Varsavia?

Prima difficoltà alla quale dovrete prepararvi per affrontare un Erasmus a Varsavia è il clima molto più rigido: dimenticate le belle soleggiate di Mergellina, ma questo forse è anche scontato dirlo.

Altro punto negativo è quello della fiscalità negli esami scritti, anche se ormai l’orientamento sta diventando lo stesso in tutti i paesi Erasmus: non si fanno regali, ma con il minimo sforza, l’esame si supera senza problemi.

Inoltre, gli Erasmus parlano in inglese, per questo alla fine quasi nessuno torna a casa padroneggiando il polacco, che comunque è una lingua che si parla praticamente solo in Polonia. Niente “terza lingua” quindi.

Un ulteriore aspetto negativo potrebbe essere rappresentato dall’eccessivo controllo, sia per le strade che nei locali: non sono rare le volte nelle quali i Body-guard di una discoteca potrebbero lasciarvi fuori dal locale perché semplicemente non gli ispirate simpatia, ma niente di irrimediabile: i locali abbondano davvero e facilmente troverete il modo di animare le vostre serate.

Come arrivo a Varsavia?

Varsavia è servita da ben 2 aeroporti, e da Roma è possibile trovare voli solo andata anche a meno di 20€. I mezzi di trasporto sono ottimi e non sarà un problema raggiungere dagli aeroporti il centro della città.

Altre informazioni.


Il clima varia da una massima di 18° di Luglio ad una minima di -3.3° di Gennaio.
L’università di Varsavia conta 20 Facoltà, ma se teniamo conto anche dei diversi centri e istituti di formazioni il numero sale a 52.

Alcune curiosità: Varsavia produce oltre il 4,1% del PIL Polacco. Nel 2005 il PIL pro capite era di circa23.000 Euro, mentre la disoccupazione era addirittura pari al 6,5%: probabilmente se ti ci affezioni troppo, a Varsavia, rischi di volerci restare per tutta la vita.

0 Commenti

sab

25

gen

2014

Destinazione 17: Kaunas (LITUANIA)

 

A cura di Roberto

 

Mi chiamo Roberto e frequento il 3° anno dellafacoltà di Agraria presso l’Università di Palermo. Anche io, come molti ragazzi universitari italiani, ho deciso di intraprendere durante la mia carriera universitaria un percorso davvero interessante decidendo di partecipare al progetto “Erasmus”. La città in cui mi trovo attualmente, si chiama Kaunasche è la seconda città più grande della Lituania. La scelta di questa località è dovuta al fatto che la mia intenzione era quella di poter sperimentare un paese del tutto diverso sia da un punto di vista climatico, ideologico- culturale, ma anche per l’interesse che ho di vivere in un contesto differente dall’Italia.

Il giorno della partenza per Kaunas ho provato delle sensazioni Castello di kaunasindimenticabili, un misto tra gioia e nostalgiache mi travolgevano tra l’agitazione e la frenesia di vivere questa nuova esperienza. La prima impressione che ho avuto è stata abbastanza forte perché salire su un aereo con una temperatura di 30°C e scendere dallo stesso trovandone 20°C in meno, sicuramente non è un dato irrilevante.

Devo dire che i primi 3 giorni, sono stati i più difficili, perché ti ritrovi solo in una città che non conosci, ma giusto il tempo di iniziare a frequentare l’università ed ecco che cambia tutto. Ti ritrovi ad avere tanti nuovi amici e a fare una vita diversa dalla tua, che non ti saresti mai sognato di fare, quindi, si, tanto divertimento, ma anche tante nuove responsabilità e difficoltà da superare…ma è proprio questo il Laisves alejabello dell’ Erasmus!!!!

Pensavo di imparare a parlare meglio l’inglese, invece mi sono ritrovato ad imparare non solo l’inglese, ma il turco, il lituano, il francese e lo spagnolo grazie ai miei nuovi amici, scambiandoci così, diversi modi di vivere e di cucinare!!!

Riguardo le attrazioni turistiche, uno tra i posti più belli di Kaunas a mio parere è il centro vecchio o “Old town” con casette colorate che circondano il duomo particolare per la sua struttura e realizzazione in stile Romano. Ad “Old Town” si trovano anche imigliori disco Pub della città tra cui il “Deja vu o G-Loft….” quindi è una buona occasione per associare l’utile al dilettevole.Chiesa bianca ortodossa

Percorrendo la piazza dell’ “Old Town”, si incontrano le due strade più importanti di Kaunas che sono laVilniaus Gatve e Laisves Aleja la quale termina con una grande chiesa bianca tipica ortodossa con una grande cupola centrale.

Attraversando questi due viali sono presenti molticoffee barcaffè letterari e molti negozi , in particolar modo, nel centro della via Laisves, si trova anche un’altra delle attrazioni notturne per i giovani ovvero ilDzem pub un locale dove settimanalmente organizzano qualcosa di diverso, per non parlare dell’ appuntamento permanente di martedì con la serata karaoke frequentato da tutti ragazzi Erasmus e non. Infine un’altra delle maggiori attrazioni è il famoso castello di Old TownKaunas o anche “la Chiesa della Resurrezione o Prisikelimo Baznycia” visibile da qualsiasi punto della città.

Ma la cosa più bella è quando la città si ricopre di bianco, perché essendo Mediterraneo non sono abituato a vedere questa tipologia di paesaggio, le case, le foreste, i parchi tutti ricoperti di neve mi danno una sensazione unica. Io consiglio la città di Kaunas come meta Erasmus, perché la vedo come un’ opportunità unica per mettersi in gioco e alla prova con se stessi, e poi è un modo per conoscere nuove culture, nuovi modi di pensare e tanta gente proveniente da ogni parte del mondo!

0 Commenti

lun

13

gen

2014

A Palermo apre starbucks, che ne pensate?

starbucks a Palermo
starbucks a Palermo

La grande catena internazionale di caffetterie americana Starbucks aprirà entro l’anno numerosi store in tutta Italia. Per molto tempo il colosso americano aveva rimandato la scelta di aprire degli store in Italia causa il vero e proprio “culto” del caffè espresso e del cappuccino in stile Italy. Tra le città che ospiteranno la nuova apertura del colosso americano c’è Palermo, l'unica città scelta in Sicilia.

Pensate che sarà un successo o meno?

10 Commenti

mer

30

gen

2013

Voto agli erasmus all'estero negato, ma agevolazioni e sconti per tornare a votare

 

 

A cura di Davide Rivituso

Dopo la bufera sugli studenti Erasmus, impossibilitati a votare dall’estero a causa di un buco normativo, arrivano le prime notizie sulle agevolazioni tariffarie messe in campo dalle compagnie di trasporto grazie a speciali convenzioni con il Ministero dell’Interno.

VIAGGI SCONTATI PER IL VOTO - Il voto, oltre ad essere il più tradizionale esempio di diritto-dovere, si trasforma anche in una spesa per le migliaia di cittadini domiciliati, per studio o per lavoro, in una città diversa da quella di residenza e, quindi, di seggio elettorale. Per questo motivo il Ministero dell’Interno e alcuni dei principali operatori logistici hanno siglato un accordo per garantire delle tariffe più basse nel periodo delle elezioni, agevolando così il rientro dei fuori sede e degli studenti presenti all’estero per motivi di studio e di mobilità comunitaria, come gli Erasmus.

SCONTI FINO AL 40% PER CHI VIAGGIA IN AEREO - Le agevolazioni cominciano dal trasporto aereo: la compagnia di bandiera Alitalia ha varato un piano di agevolazioni per chi viaggia fra il 17 febbraio e il 4 marzo 2013. I viaggiatori potranno usufruire di una riduzione fino al 40%, con un tetto massimo di sconto di 40 euro sul biglietto di andata e ritorno, tasse escluse. L’agevolazione è prevista su tutti i voli nazionali, ad eccezione di quelli in regime di continuità territoriale, in code sharing e operati da Air One. Prezzi di favore anche per gli Erasmus: biglietti a partire da 49 euro solo andata o 99 euro andata e ritorno tra il 18 e il 28 febbraio 2013. Sconti fino al 40% anche per chi vola con Blue Panorama o con Blu-express.com, ma solo su alcune tratte verificabili sui siti delle compagnie.

VIAGGIARE IN TRENO CONVIENE - Per chi si sposta in treno le agevolazioni sono ancora più appetitose. Trenitalia offre una riduzione del 70% sul prezzo base relativo ai treni a media e lunga percorrenza nazionale (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, IntercityNotte e Espressi) e servizio cuccette. Anche per i Regionali sono previste riduzioni del 60% sul prezzo del biglietto. Sconti fino al 60% anche per chi viaggia con Italo, e riduzioni speciali per gli elettori che si trovano in Paesi esclusi dal voto per corrispondenza. Per informarsi sulle agevolazioni e richiedere il bonus è necessario rivolgersi al Consolato di appartenenza.

VOTO ERASMUS: PROVVEDIMENTI IN ARRIVO - Nel frattempo il ministro degli interni Anna Maria Cancellieri ha annunciato a Bruxelles la volontà di predisporre un ddl per modificare le norme sul voto degli studenti all’estero. Un intervento necessario che non arriverà prima delle prossime elezioni. La Cancellieri ha precisato che il ddl sarà comunque lasciato al vaglio del futuro governo, e ha commentato così la sua intenzione: "stiamo predisponendo un disegno di legge che chiaramente non potremo presentare, perché non abbiamo i tempi, ma lo lasceremo in modo che la nuova legislatura abbia tutto il tempo di studiarselo e non arrivare nelle condizioni in cui siamo arrivati noi, non per colpa nostra".
0 Commenti

mer

09

gen

2013

Corso di formazione a Palermo HATE SPEECH con il CEIPES

 

 

Il CEIPES sta cercando partecipanti italiani per il seguente progetto:

Abbiamo urgentemente bisogno di trovare partecipanti per il corso su
hate speech online (discorso di incitamento all'odio in internet) che
inizia domani!!!! Ci sono ancora alcuni posti liberi.

I temi su cui lavoreremo sono i seguenti:

· Concetto di hate speech (online), razzismo, xenofobia, stereotipi,
pregiudizi

· Analisi della realtà Italiana nell'ambito dell'hate speech online

· Basi legali e leggi Italiane contro l'hate speech (online)

· Dilemma 'libertà di espressione vs hate speech (online)'

· Educazione ai diritti umani come forma di prevenzione dell'hate
speech (online)

· Altre strategie per combattere l'hate speech online in intenet

· Condivisione su attività future da realizzare insieme

In allegato la call con l'informazione completa!

Partecipazione gratuita per 3 giorni di formazione (e divertimento!!)
con altri giovani e persone interessate al tema!!!

Se siete interessati/e a partecipare scrivete a:
raphael.pepe@ceipes.org  o al telefono fisso 0917848236

0 Commenti

ven

04

gen

2013

i cittadini del quartiere Vucciria dicono basta: "la festa deve finire!"

 

I cittadini del quartiere Vucciria dicono basta all'illegalità che regna sovrana nel quartiere, soprattutto durante la notte, fulcro della vita notturna palermitana, di tantissimi giovani che ignorano chi finanziano (basta che è economico...), che vanno a urinare dappertutto davanti le case della povera gente che vive nel quartiere senza rendersi conto di nulla.

 

Ecco la richiesta di attenzione del consiglio del quartiere pubblicata su BALARM:

leggi di più 2 Commenti

gio

20

dic

2012

CALCIO A 5 - L'INCREDIBILE GOL DI FALCAO IN BICICLETTA

 

Alessandro Rosa Vieira, meglio conosciuto come Falcão (Sao Paolo, 8 giugno 1977), è un giocatore di calcio a 5 brasiliano, da molti considerato il miglior giocatore brasiliano, e del mondo, di calcio a 5.

 

 

E' stato campione del mondo nelle ultime due edizioni dei mondiali di futsal e capocannoniere dell'ultima edizione con 13 gol in 8 partite.

 

 

Guardate questo video che ha dell'incredibile, una bicicletta su una punizione a due che lascia di stucco il portiere e i difensori avversari.

 

 

CHAPEAU

leggi di più 1 Commenti

mar

10

lug

2012

EVS IN BULGARIA

 

A cura di CE.S.I.E.


0 Commenti

mar

12

giu

2012

SVE long term de 12 mois a Palerme

Nous avons une place disponible pour 1 volontaire en SVE long terme de 12 mois à Palerme, Italie

Date du début du projet : 1er septembre

 

Thèmes: dialogue interculturel, pauvreté et exclusion sociale, participation active de la jeunesse et éducation non formelle. Les activités comprennent la participation à des activités locales et internationales (Développement de projets du Programme Jeunesse en Action, participation à des activités de l’UE : recherches, activités, etc.) Le volontaire préparera et organisera des événements locaux et projets internationaux, en apprendra davantage sur le Programme Jeunesse en Action afin d’écrire de nouvelles propositions de projets.

Pour recevoir une présentation plus détaillée du projet merci de nous contacter à cette adresse : sve@pistes-solidaires.fr

Comment postuler ?

Envoyer CV et lettre de motivation en ANGLAIS à sve@pistes-solidaires.fr

Date limite de dépôt des candidatures: le jeudi 21 juin 2012

Toutes les candidatures seront étudiées attentivement; une présélection sera effectuée suite à la lecture des CV et lettres de motivation. Le résultat de la présélection sera communiqué à chaque candidat par mail le 22 juin.

Les candidats présélectionnés seront ensuite convoqués à un entretien collectif .

Pour toute question, n’hésitez pas à nous contacter.

Dans l’attente de vos candidatures!

A très bientôt

L’équipe de Pistes Solidaires

0 Commenti

gio

07

giu

2012

Il tipico erasmus italiano

 

 

A cura di Davide Rivituso

tipico ragazzo italiano
tipico ragazzo italiano

Arrivano gli erasmus italiani....ommioddio, cambiamo locale!

Ecco quello che pensa la maggior parte delle donne di tutto il mondo quando si ritrova a che fare con un gruppo di scalmanati ragazzini che appena bevono i primi due drinks diventano animali selvaggi.

Il testosterone va a mille, non si controlla più il corpo, si pensa solo con un organo.

Ecco, questa è la sintesi dello stereotipo italiano erasmus quando va a ballare, anzi no, a cacciare!

Perchè l'italiano erasmus non va a ballare per divertirsi con gli amici.

Facendo un paragone calcistico, possiamo dire che il giovane italiano ventenne si ritrova nel campo con l'unico obiettivo di "fare più gol possibili" siano essi di pregevole fattura o il classico gol di rapina al novantesimo (a fine serata con il cesso di turno...).

 

L'erasmus italiano è un falco, si concentra sulla preda, sonda il terreno, organizza, chiama l'amico per fargli notare: "oh guarda, là ce n'è due, attacchiamo"...una guerra continua!

Un buon vecchio amico ex erasmus affermava: "noi quando entriamo in campo si usa la tecnica statistica".

Bene, ma in cosa consiste questa tecnica statistica? Semplice, più ci provi più hai possibilità, quindi se una sera ci provi con 200 ragazze possibilmente un cesso alla fine cederà.

Il buon vecchio amico che provava le sue tecniche ogni santa sera però non segnava quasi mai e alla fine si arrese all'evidenza che quella terra non faceva per lui e se ne tornò indietro sconfitto.

Gli spagnoli dicono: ITALIANOS BABOSOS...mai definizione fu più corretta. Quando passa una bionda, chiunque sia, tutti si girano, la guardano, le sorridono, fischiano.

L'erasmus italiano è privo di alcun senso di pudore, fa un casino incredibile ed esce in branco con altri soggetti molesti come lui, proprio il peggio del peggio!

leggi di più 1 Commenti

gio

05

apr

2012

Ryanair cash passport è illegale, lo dice la legge - Ecco cosa possiamo fare

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

dom

11

mar

2012

Destinazione erasmus 17: PARIGI (FRANCIA)

 

A cura di Vincenzo

leggi di più 0 Commenti

mer

29

feb

2012

TRAINING COURSE GEORGIA AND LETTONIA

 

 

A cura di Stefania Giambelluca

leggi di più 0 Commenti

lun

06

feb

2012

SCAMBIO IN TUNISIA "YOUTH EXCHANGE" A FEBBRAIO

 

 

A cura di Stefania Giambelluca

leggi di più 0 Commenti

mar

08

nov

2011

Destinazione 16: ALICANTE (SPAGNA)

 

 

A cura di Francesco

leggi di più 0 Commenti

mar

08

nov

2011

Destinazione erasmus 15: TOLOSA (FRANCIA)

 

 

A cura di David

leggi di più 0 Commenti

sab

29

ott

2011

Destinazione 14 - ERLANGEN (GERMANIA)

 

 

A cura di Daniela

leggi di più 4 Commenti

ven

28

ott

2011

Destinazione 13: VALLADOLID (SPAGNA)

 

 

A cura di Marco Miceli

leggi di più 4 Commenti

mar

28

giu

2011

Il tipico erasmus spagnolo

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 18 Commenti

gio

16

giu

2011

SVE IN FRANCIA, 6 MESI A MARSIGLIA

 

 

A cura di CESIE

leggi di più 0 Commenti

gio

16

giu

2011

24.31/7 CALL PER y.e. ACTIVE FOOT, LATVIA

 

 

A cura di CESIE

leggi di più 0 Commenti

mar

07

giu

2011

27/06-05/07: PROGETTO DI SCAMBIO IN LITUANA - Povertà e eguaglianza di genere

 

 

A cura di CEIPES

leggi di più 0 Commenti

mer

01

giu

2011

CALL PER y.e. HEALTHY LIFESTYLE, LATVIA dal dal 16/06 al 23/06

 

 

A cura di C.E.SI.E.

leggi di più 0 Commenti

mer

13

apr

2011

L'ERASMUS AUMENTA LE POSSIBILITA' LAVORATIVE ALL'ESTERO

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

mer

16

mar

2011

Chiama la polizia perchè l'armadio trema: è il suo vibratore!

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

sab

12

mar

2011

Destinazione 12: LAS PALMAS (SPAGNA)

 

 

A cura di Marina Sanfratello

leggi di più 0 Commenti

ven

11

mar

2011

Destinazione 11: PITESTI (ROMANIA)

 

 

A cura di Oana Alexandra Stanciu

leggi di più 0 Commenti

gio

10

mar

2011

Destinazione 10: MANCHESTER (INGHILTERRA)

 

 

A cura di Gabriella Alberti

leggi di più 0 Commenti

mer

09

mar

2011

Destinazione 9: BARCELLONA (SPAGNA)

 

 

A cura di Fabrizio Li Vigni

leggi di più 0 Commenti

mar

08

mar

2011

Destinazione 8: RIGA (LETTONIA)

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

lun

07

mar

2011

Destinazione 7: PRAGA (REPUBBLICA CECA)

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

dom

06

mar

2011

Destinazione 6: VILNIUS (LITUANIA)

 

 

A cura di Salvatore Emanuele Agusta

leggi di più 2 Commenti

sab

05

mar

2011

Destinazione 5: WATERFORD (IRLANDA)

 

 

A cura di Marco Lombardo

leggi di più 0 Commenti

ven

04

mar

2011

Destinazione 4: MONS (BELGIO)

 

 

      A cura di Mara Brascì

leggi di più 1 Commenti

gio

03

mar

2011

Destinazione 3: LA CORUNA (SPAGNA)

 

 

 

A cura di Gabriele Planeta

    

leggi di più 5 Commenti

mer

02

mar

2011

Destinazione 2: VALENCIA (SPAGNA)

 

 

A cura di Cosimo Aleo

leggi di più 2 Commenti

mar

01

mar

2011

Destinazione 1: TALLINN (ESTONIA)

 

 

A cura di Davide Rivituso

leggi di più 0 Commenti

 

Nota legale


QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ.

NON PUÒ, PERTANTO, CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N. 62 DEL 7/03/2001

 

PAGINA ITALIANA

ENGLISH PAGE:

Follow our guide-lines and you won't get lost in the beginning of your experience

Get a flat in the city-center at local prices

Info about parties,

activities and pictures

The craziest party of the year
The craziest party of the year
Teatro Massimo
Teatro Massimo

Beautiful pictures and info about the city

Info about the most known clubs of the city-center

Cannoli
Cannoli

Discover some tasty specialties from our region

Videos of the past years by other International students

Videos of some typical Sicilian song

EXTERNAL LINKS:

OUR FRIENDS: